giovedì 17 agosto 2017

Mazda RT24-P : La lunga via per la vetta


Nella stagione 2016 del WeatherTech SportsCar Championship la Mazda tentò la grande riscossa nel mondo dell'endurance statunitense schierando la sua nuovissima Prototype equipaggiata con un poderoso propulsore MZ-2.0T da 570 cv di potenza.
Purtroppo la stagione si risolse con un sonoro fiasco e l'unico risultato degno di nota fu la terza posizione ottenuta dall'equipaggio Bomarito/Nunez al Grand Prix di Belle Isle.

Una stagione così è stata però vista con ottimismo dalla dirigenza della casa nipponica, tanto che per la stagione 2017 hanno messo in linea una nuova vettura denominata RT24-P.

Progettata e costruita con la collaborazione delle aziende Riley Technologies e Multimatic Motorsports, l'auto era basata su di un telaio monoscocca in fibra di carbonio avvolto da una carrozzeria dello stesso materiale che è frutto di decine di ore di studio in galleria del vento per farle ottenere il coefficente aerodinamico più basso possibile.

Cuore del mezzo è sempre il propulsore MZ-2.0T potenziato per erogare la potenza di 600 cv, 30 in più rispetto all'originale Prototype.

L'incremento di potenza e la nuova veste aerodinamica pare abbiano giovato alla vettura giapponese in quanto sono stati ottenuti fino ad ora due terzi posti dall'equipaggio Bomarito/Nunez a Long Beach e Watkins Glen e un terzo posto dall'equipaggio Long/Miller a Belle Isle.

A due gare dalla fine del campionato, la Mazda ha fatto notevoli passi avanti ma il colpo gobbo potrebbe essere a portata se la fortuna sarà dalla loro e se svilupperanno adeguatamente la RT24-P.

Nessun commento :

Posta un commento